Rinnovabili, dal 2018 obbligo al 50%

La norma non si applica per i titoli abilitativi richiesti nel 2017 ove si applica la soglia del 35%

Il 2018 è l’anno delle rinnovabili e di forti interventi in tal senso in finanziaria. Gli edifici nuovi o quelli sottoposti a forti ristrutturazioni hanno l’obbligo di coprire con rinnovabili il 50% dei consumi – vedi il Decreto Rinnovabili (Dlgs 28/2011).

Ai sensi del D.lgs. 28/2011, per energia da fonti rinnovabili si intende l’energia che proviene da fonti rinnovabili non fossili, cioè energia eolica, solare, aerotermica (accumulata nell’aria ambiente sotto forma di calore), geotermica (immagazzinata sotto forma di calore nella crosta terrestre), idrotermica (immagazzinata nelle acque superficiali sotto forma di calore) e oceanica, idraulica, biomassa, gas di discarica, gas residuati dai processi di depurazione e biogas.

Gli obblighi dal 1° gennaio 2018

Gli impianti di produzione di energia termica degli edifici realizzati o ristrutturati in base a titoli abilitativi presentati dal 1° gennaio 2018 devono essere progettati e realizzati in modo da garantire il contemporaneo rispetto della copertura, tramite il ricorso ad energia prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili, del 50% dei consumi previsti per l’acqua calda sanitaria e del 50% della somma dei consumi previsti per l’acqua calda sanitaria, il riscaldamento e il raffrescamento.

Gli obblighi, viene specificato dalla norma, non possono essere assolti tramite impianti da fonti rinnovabili che producano esclusivamente energia elettrica che a sua volta alimenti dispositivi o impianti per la produzione di acqua calda sanitaria, il riscaldamento e il raffrescamento.

Non sono soggetti all’obbligo gli edifici allacciati ad una rete di teleriscaldamento che copra l’intero fabbisogno di calore per il riscaldamento degli ambienti e la fornitura di acqua calda sanitaria.

Nel caso in cui, per impossibilità tecniche certificate dal progettista, non sia possibile rispettare la normativa, la norma richiede comunque di ottenere un indice di prestazione energetica complessiva dell’edificio che risulti inferiore rispetto al pertinente indice di prestazione energetica complessiva reso obbligatorio ai sensi del D.lgs 192/2005.

In caso di utilizzo di pannelli solari termici o fotovoltaici disposti sui tetti degli edifici, la norma prescrive che i componenti siano aderenti o integrati nei tetti, con la stessa inclinazione e lo stesso orientamento della falda.
La potenza elettrica degli impianti alimentati da fonti rinnovabili che devono essere obbligatoriamente installati sopra o all’interno dell’edificio o nelle relative pertinenze, misurata in kW, deve essere calcolata secondo la formula indicata nell’Allegato 3 al D.lgs. 28/2011.

Nei centri storici l’obbligo è ridotto del 50% o non si applica qualora il progettista dimostri che l’introduzione delle rinnovabili comporti un’alterazione incompatibile con il valore storico e artistico dell’edificio.
Negli edifici pubblici, invece, l’obbligo è incrementato del 10%.

Pericoli potenziali nell’uso degli infissi

Avvertenze generali per la sicurezza e la salvaguardia dell'infisso in PVC La casa è simbolo di sicurezza e comfort, eppure è proprio fra le mura domestiche che si nascondono i pericoli più insidiosi. I pericoli potenziali che si celano dietro semplici...

Nell’isola 93 milioni di euro di investimenti per ristrutturazioni, risparmio energetico e arredi: trend in crescita.

I dati dei bonus ristrutturazioni, risparmio energetico e arredi in Sardegna. Confartigianato diffonde i dati relativi ai bonus ristrutturazione, risparmio energetico e arredi. I sardi “vogliono bene” alle loro case e alle loro tasche. E quanto...

Conferenza Stato-Regioni: pronto il glossario per l’edilizia libera

Approvato glossario per edilizia libera La Conferenza Stato Regioni ha approvato il glossario contenente l'elenco delle principali opere edilizie realizzabili senza alcun permesso, ossia in attività di edilizia libera. Ancora in attesa del...

Serramenti PVC, Italia indietro rispetto al nord Europa

Serramenti in PVC, Italia ancora indietro rispetto al nord Europa Quali e quanti siano i vantaggi dei serramenti in PVC sia nella stagione invernale che in quella estiva sono ormai noti. Nonostante le agevolazioni al 65 e ora al 50% però in Italia i serramenti in PVC...

Emergenza smog e serramenti in pvc: sotto accusa il riscaldamento domestico

Emergenza smog e serramenti in pvc: sotto accusa il riscaldamento domestico Non solo il traffico a causa dell'aumento di polveri sottili E' stato il riscaldamento domestico la causa principale di inquinamento da CO2 in Italia nel 2017, il richiamo...

Dal 2018 gli edifici nuovi o ristrutturati devono coprire almeno il 50% dei consumi con le rinnovabili

Rinnovabili, dal 2018 obbligo al 50% La norma non si applica per i titoli abilitativi richiesti nel 2017 ove si applica la soglia del 35% Il 2018 è l'anno delle rinnovabili e di forti interventi in tal senso in finanziaria. Gli edifici nuovi o quelli...

Il risparmio energetico e la scelta dei vetri nei serramenti in pvc

Risparmio energetico e scelta dei vetri L’aumento dei costi energetici, le elevate emissioni di CO2 e la crescente presenza di polveri sottili nell’aria ci impongono di riservare maggiore attenzione alla problematica del risparmio energetico....

Buon 2018 da Ideal Sistem

Ideal Sistem anche nel 2018 dalla parte della qualità e dell'ambiente La finanziaria 2018 ci ha portato sotto l'albero una cattiva notizia, infatti l’ecobonus al 65%, nonostante molti tentativi per allargarlo anche ai serramenti più performanti, esso varrà...

Quando si applica l’Iva agevolata al 10% per i lavori in edilizia?

Arriva un chiarimento sull’Iva in edilizia Riportiamo il capitolo del Dossier del Servizio Studi del Senato (articolo 3, comma 6-bis), che fornisce una interpretazione autentica della disciplina dell’aliquota Iva agevolata al 10% per i beni significativi...

La pulizia del PVC e della ferramenta

La pulizia del PVC e della ferramenta La frequenza della pulizia è in stretta relazione con l'aggressività dell'atmosfera del luogo dove è installato l'infisso (es. l'umidità che può rimanere a contatto con le superfici, i fumi industriali, la vicinanza...

Non applicare carichi supplementari sulle ante e maniglie

Allo scopo di mantenere a lungo la funzionalità dei vostri infissi in PVC garantendone la loro sicurezza, è necessario prestare attenzione a delle semplici ma fondamentali regole. Spesso mentre si è a casa o in ufficio abbiamo bisogno di un appoggio o un...

SmartWindow il futuro degli infissi in PVC

Internet of Things nelle finestre: Smart Window Concept, presto non più solo prototipi Presto non saranno solo prototipi, il progetto consiste in una finestra interattiva a schermo LCD ed un’unità di controllo con interazione attraverso una serie di...